Rimedi Alternativi vuole essere una soluzione alle svariate problematiche quotidiane - Studio: Stabilium 200

EDITORIALE

Lo STABILIUM® 200 è un integratore a base di Garum armoricum®: un lisato proteico ottenuto da un pesce degli alti fondali della Bretagna.

Sin dagli inizi degli anni ottanta Stabilium® 200 è commercializzato con successo dalla Compagnie Générale de Diététique - Laboratori Yalacta (Francia) in molti paesi: USA, Giappone, Canada, Germania, Cina, Gran Bretagna, Italia... oltreché in Francia.

L'efficacia dello Stabilium® 200 è stata verificata attraverso numerose ricerche relative allo stress e agli stati pre-depressivi della vita quotidiana, che danno origine ad una serie di disturbi: insonnia, affaticamento, difficoltà di memorizzazione, irritabilità, ansia da prestazione.

Questo fascicolo presenta i risultati degli studi effettuati negli USA, in Giappone e in Francia.

 

 

INTRODUZIONE

Lo STABILIUM® 200 è un integratore a base di Garum armoricum® ottenuto per autolisi enzimatica controllata di visceri di pesce dei grandi e freddi fondali dell'Atlantico (fra 1500 e 2000 metri di profondità).

I primi studi sul Garum armoricum® risalgono agli anni settanta.

Lo STABILIUM® 200 contiene in maggioranza piccoli peptidi (da 5 a 18 amminoacidi) di struttura simile ai peptidi ipotalamici, alle encefaline ed alle endorfine.

Lo STABILIUM® 200 contiene inoltre:

  • dal 20 al 25% di amminoacidi liberi, quali la glicina, l'acido glutammico e l'acido aspartico; acidi grassi poli-insaturi, di cui il 30% appartiene alla serie omega 3. Questi acidi sono precursori di eicosanoidi (prostaglandine e prostacicline) che modulano importanti funzioni biologiche (controllo dell’infiammazione, stress...);

  • un complesso antiossidante composto da vitamina E e selenio, che protegge dall' ossidazione gli acidi grassi poli-insaturi, aumentandone la stabilità ed accrescendone l'efficacia biologica. Questo complesso agisce anche come protettore cellulare contro i radicali liberi.

Lo STABILIUM® 200 si è dimostrato particolarmente attivo nelle astenie somatiche, reattive e psichiche: si è avuto un miglioramento nel 90% dei casi contro il 35% del placebo.

La tolleranza al trattamento con STABILIUM® 200 è stata eccellente, senza incompatibilità né fenomeni di assuefazione.

Lo STABILIUM® 200 si dimostra utile per aiutare l'organismo a superare gli squilibri di tipo astenico.

 

SINDROMI ASTENICHE NELLA POPOLAZIONE

Nella pratica medica ambulatoriale è risultato che l'affaticamento e l'astenia rappresentano quasi la metà dei motivi di consultazione.

Le sindromi asteniche sono di tipo diverso:

  • 25% di astenia fisica, ad esempio per convalescenza, dopo interventi chirurgici minori o dopo affezioni acute come le infezioni respiratorie stagionali.

  • 13% di astenia psicosomatica legata ad un disordine psicosomatico specifico come l'asma, l'ulcera gastro-duodenale e l'eczema.

  • 27% di astenia reattiva: reazione ad un fattore stressante che sopravviene in un periodo di stress.

  • 35% di astenia psichica: non attribuibile a cause fisiche, psicosomatiche o reattive, ma legata principalmente a turbe affettive o ansiose.

Si stima che l’astenia interessi circa il 10% della popolazione, con una netta predominanza nelle donne (59%) in rapporto agli uomini (41%).

La ripartizione per fasce di età, presenta due periodi critici nelle donne: uno compreso fra i 20-30 anni e il secondo oltre i 50.

La ripartizione per fasce di età, nell'uomo, presenta un solo periodo critico intorno ai 45-50 anni.
 

ANALISI DEI RISULTATI OTTENUTI CON STABILIUM® 200

La figura N°1 presenta i risultati su un gruppo di 20 soggetti, sia in rapporto alla valutazione globale dei sintomi astenici che in rapporto alla media delle 15 rubriche semiologiche (stato generale, sonno, stanchezza muscolare...).

 

 

L'effetto placebo (da 0 sino a 15 giorni) corrisponde ad un abbassamento dell'indice dei sintomi d'astenia del -14% e del -4% se le 15 rubriche semiologiche vengono raggruppate.

L'effetto STABILIUM® 200 (dal 16° sino al 30° giorno) corrisponde rispettivamente al -51% e al -65%.

Dopo la sospensione del trattamento con STABILIUM® 200 (dal 31o sino al 45o giorno) gli indici aumentano rispettivamente del +15% e del +7%.

Questi risultati mettono in evidenza un'efficacia indiscutibile e statisticamente significativa in favore delle terapie con STABILIUM® 200 in rapporto all'effetto placebo.

È interessante notare che l'effetto del trattamento con STABILIUM® 200 perdura dopo la sua sospensione.

 

EFFETTO DI STABILIUM® 200 SU 40 SOGGETTI ASTENICI

Questo studio ha avuto come obiettivo quello di valutare l'efficacia di STABILIUM® 200 su 40 soggetti astenici (23 uomini e 17 donne di età media rispettiva di 48,5 e 46,8 anni).

Tali soggetti hanno assunto 4 capsule di STABILIUM® 200 per 15 giorni.

Il metodo del gruppo di studio sull'affaticamento (G.E.F) per ottenere l'indice di astenia da 0 a 5 è stato descritto nello studio precedente.

Le figure N°2 e N°3 evidenziano i risultati ottenuti su 10 delle 15 rubriche semiologiche principali, prima e dopo STABILIUM® 200.

 


 

CONCLUSIONI
È dimostrato dall'analisi dei risultati di questi differenti indici che lo STABILIUM® 200 ha un effetto globale positivo (+75%) sui soggetti ASTENICI.

Questo effetto di STABILIUM® 200 è nettamente differente dall'effetto placebo, perché i miglioramenti sono presenti nel 90% dei soggetti; nel caso del placebo, invece, sono presenti solo nel 30% dei soggetti.

Detto effetto sembra mantenersi per almeno 15 giorni dopo il trattamento, poiché i valori non aumentano che del 15% per il conto di valutazione globale e del 7% per la media degli indici di 15 rubriche semiologiche.

Questi studi hanno messo in evidenza l'effetto positivo di STABILIUM® 200 sulle varie categorie di astenici:

  • Le astenie somatiche (40% di miglioramento dal conto di valutazione globale).

  • Le astenie reattive (34%).

  • Le astenie fisiche (32%).

  • Le astenie psichiche, al contrario delle precedenti, note per essere più ribelli, dimostrano un miglioramento più discreto (20%).

 

L'analisi dei risultati delle 15 rubriche semiologiche indica il profilo d'azione ottimale di STABILIUM® 200.

Lo STABILIUM® 200 è molto attivo (75%) in relazione a:

  • Stato generale.

  • Turbe dell'appetito.

  • Turbe da affaticamento muscolare.

 

Lo STABILIUM® 200 è attivo (dal 40% al 70%) in relazione a:

  • Turbe del sonno.

  • Sintomi encefalici e sensoriali.

  • Affaticamento intellettuale.

  • Angoscia somatica.

  • Ansia da prestazione.

In conclusione, lo STABILIUM® 200 assunto nella misura di 3-4 capsule al giorno aiuta l'organismo a superare gli squilibri di tipo astenico.

La tolleranza di STABILIUM® 200 si è rivelata eccellente. Sono state notate su 60 soggetti solo 3 reazioni indesiderate benigne che non hanno dovuto fare interrompere il trattamento.

Queste reazioni sono state: un caso di nervosismo, un caso di bruciori gastrici ed un caso di diarrea. Non sono mai comparse tensioni emozionali né insonnia.

Lo STABILIUM® 200 è un prodotto biologico naturale molto ben tollerato e senza controindicazioni, né fenomeni di assuefazione.
 

 

LO STABILIUM PERMETTE DI RIDURRE L'ANSIA DEGLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI

Journal of Advancement in Medicine - 1995.
Dorman T. MRCP (UK) FRCP- Bernard L- Glaze P- Hogan J- Skinner R.
Nelson D. D Pharm- Head D, PhD.
California Polytechnic State University di San Luis Obispo, USA.

 

(Traduzione dall'americano)

Introduzione

L'ansia viene classificata tra i sintomi psichiatrici e, a questo titolo, merita di essere trattata. È comunque giusto affermare che la vita moderna è comunemente associata ad un normale stato d'ansia. Questa osservazione si riflette nella letteratura psichiatrica dove si deplora la frequente ansia «non diagnosticata» nell'ambito delle cure primarie (1).

Il trattamento dell'ansia con mezzi farmacologici è stato oggetto di numerosi e approfonditi studi che hanno indotto a pensare che esiste un problema con le sostanze tipiche medicamentose (2-3). Regna inoltre una certa incertezza per quanto riguarda il modo di combinare le cure medicinali dell'ansia e della depressione (4-5).

Per questa ragione si ha sempre più l'esigenza di prendere in esame altre alternative (6). Anche l'alta incidenza dell'ansia presso i giovani ha condotto a consigliare l'approntamento di servizi clinici speciali (7).

Un'analisi della letteratura rivela che ben poche opere sono state dedicate all'educazione nutrizionale. Due ricerche di debole incidenza hanno dimostrato che un prodotto, ottenuto per autolisi enzimatica controllata di visceri di un particolare tipo di pesci dei profondi fondali oceanici della Bretagna (Garum armoricum), ha degli effetti favorevoli sui soggetti astenici che soffrono di ansia acuta (8).

All'inizio questo studio prevedeva l'esame di eventuali effetti di questo prodotto sull'ansia latente di studenti sani sottoposti a stress da esami.

Si tratta di una ricerca controllata nel corso della quale sono stati presi strettamente in esame tutti gli effetti collaterali possibili.

 

 

Materiali e metodi: Soggetti

Lo studio è stato condotto su settanta studenti di un istituto di istruzione superiore. I partecipanti, che sono volontari, sono stati reclutati a mezzo annunci pubblicati sul giornale destinato agli studenti, a mezzo manifesti affissi nel campus e comunicati resi noti durante le riunioni dei club.

 

 

Gli studenti interessati hanno compilato un breve questionario relativo alla loro età, indirizzo di studio e stato di salute attuale. Partendo da queste informazioni e sulla base dei seguenti criteri, sono stati esclusi dalla ricerca:

1) i volontari in cura; 2) coloro che non fossero rimasti iscritti all'università per tutta la durata della sperimentazione; 3) coloro che presentavano degli stati di ansia molto alta o altri problemi psicologici.

Cinquantaquattro studenti dai 18 ai 25 anni hanno terminato la ricerca (29 di sesso maschile e 25 di sesso femminile). Gli abbandoni sono stati determinati da alcuni questionari mal compilati o dalla scorretta assunzione dell'integratore. Due soggetti hanno presentato dei disturbi gastro-intestinali, ma si è scoperto in seguito che si trattava di soggetti che assumevano placebo.

 


 

Altri abbandoni non sono stati determinati da alcun sintomo, qualunque esso sia. I protocolli di ricerca e le autorizzazioni sono state esaminati da un comitato etico che li ha dichiarati conformi alle norme di sicurezza previste dall'università.

 

 

Integratore alimentare

La sostanza attiva all'esame è lo STABILIUM® 200, che corrisponde al nome commerciale del Garum armoricum®, prodotto in Francia dai Laboratori C.G.D Yalacta.

I componenti principali dello STABILIUM® 200 sono i seguenti:

Peptidi analoghi ai neuropeptidi delle cellule nervose.

 

                        Acidi grassi poli-insaturi simili a quelli presenti nei tessuti cerebrali.

                        Un complesso anti-ossidante considerato protettivo delle membrane cellulari.

 

Il placebo è stato preparato, partendo dall'olio di girasole, dallo stesso produttore dello STABILIUM® 200 in Francia. Le capsule hanno il medesimo aspetto. Il prodotto attivo ed il placebo necessario alla ricerca sono stati gentilmente forniti dal produttore.

Controlli

Gli stati d'ansia sono stati misurati secondo il test di Speilberger (S.T.A.I - Inventario dello stato/dei tratti d'ansia) che consiste nell'effettuare due gruppi di brevi domande ciascuno (10). Questo metodo di analisi è stato largamente convalidato (11). Ogni soggetto è stato sottoposto ad un test, all'inizio della ricerca e poi ogni settimana.

Ciascuno dei dati S.T.A.I è posto in una scala va da 1 a 4.

 

 

Il punteggio 4 indica la presenza di uno stato d'ansia molto alto, così come il punteggio 1 corrisponde ad un lieve stato di agitazione.

Si è in seguito ottenuto un giudizio globale per ciascun esame, totalizzando i punteggi equilibrati conformemente al codice di spoglio per il questionario S.T.A.I - Y-1. I valori ottenuti per ciascun soggetto sono stati ordinati ed analizzati con l'aiuto di un programma statistico (MINITAB) 12.

Organizzazione dello studio

Si tratta di uno studio più complesso in cui tutti i partecipanti, a loro insaputa, sono stati sottoposti al test S.T.A.I prima del trattamento (Figura 1). I soggetti sono stati divisi casualmente in due gruppi.

Il gruppo 1 assume STABILIUM® 200 (S) per tre settimane e successivamente placebo (P) per altre tre settimane.

 

 

Ciascun periodo di trattamento della durata di tre settimane è seguito da due settimane di assenza di qualsiasi trattamento (R) che permette di eliminare qualsiasi sostanza curativa.

 

Analisi statistica

L'insieme dei dati è stato analizzato con un’Analisi di Varianza (modello lineare generale) seguita da paragoni effettuati secondo il Test di DUNNETT (13). Il test di DUNNETT permette di paragonare ciascuno dei risultati parziali, ottenuto nel corso del trattamento, al risultato iniziale.

Le procedure dell'Analisi di Varianza, applicate ai dati ottenuti dai soggetti trattati fin dall'inizio con lo STABILIUM® 200, sono state utilizzate per tentare di determinare se esistono effetti collaterali del trattamento con lo STABILIUM® 200.

Il valore p 0,05 è considerato significativo su un piano stastistico.

Risultati

La gestione dello STABILIUM® 200 è associata a differenze significative (F=4,28; DoL=1312; p=0,039) per quanto riguarda i dati medi di ansia.

Le differenze relative all'ordine dei trattamenti non sono significative ai fini statistici. Si osserva, in un primo tempo, un effetto ansiolitico prolungato e inatteso dello STABILIUM® 200, sui soggetti trattati con la cura attiva.

 

Questo effetto si prolunga anche durante la settimana di sospensione del trattamento prevista nel protocollo iniziale. Il punteggio di questi soggetti durante il medesimo periodo di trattamento con placebo non è stato incluso nell'analisi degli effetti placebo.

 

 

Nella figura 1 sono rappresentati i valori medi di ansia rivelati nei soggetti prima del trattamento (INITIAL), durante la somministrazione del placebo oppure dello STABILIUM® 200 (settimana 1, settimana 2, settimana 3), e durante la settimana successiva nel corso della quale i partecipanti non ricevono nè placebo nè STABILIUM® 200. (Arresto di qualsiasi trattamento).

La diminuzione dei valori d'ansia ottenuti presso i soggetti trattati con STABILIUM® 200 è significativa sul piano statistico nel corso della seconda e della terza settimana (Figura 1).

 

 

L'effetto continua anche durante la settimana d'interruzione di qualsiasi tipo di trattamento, nel corso del quale i soggetti in esame non assumono né STABILIUM® 200 né placebo.

I valori d'ansia presi in esame nei soggetti trattati con placebo non differiscono molto da quelli ottenuti inizialmente.

Gli effetti positivi residui dello STABILIUM® 200 sono stati stabiliti analizzando i valori di ansia ottenuti da soggetti che hanno assunto prima STABILIUM® 200 e poi placebo.

Sebbene i valori medi non differiscano di molto, i risultati suggeriscono che gli stati d'ansia aumentano progressivamente con il cessare del trattamento d'aiuto dello STABILIUM® 200.

Discussione

La somministrazione dello STABILIUM® 200 è collegata ad una diminuzione dell'ansia a par-tire dalla prima settimana di trattamento. Il suo effetto diventa significativo sul piano statistico a par-tire dalla seconda settimana (Figura 1).

 

 

Test di DUNNETT

I valori medi d'ansia situati nel diagramma sono diversi dai valori medi iniziali e queste differenze sono significative sul piano statistico.

Possibilità d'errore di Tipo 1 sul piano statistico per tutti i paragoni = 0,05.

Questi risultati confermano quelli precedentemente ottenuti con questa sostanza nel corso degli studi non controllati anche delle più deboli variazioni.

Dopo la sospensione dello STABILIUM® 200, un effetto ansiolitico - residuo manifesto - persiste per almeno altre 5 settimane.

 

La causa di questo fenomeno non si è potuta stabilire.

Gli aspetti da considerare comprendono la possibilità di una reazione biochimica persistente oppure di un effetto psicologico simile ad un'abitudine.

I risultati di questa ricerca dimostrano l'innocuità dello STABILIUM® 200 e la sua efficacia, in termini di riduzione dell'ansia, in giovani soggetti sani.

Delle indagini supplementari, dedicate agli effetti specifici dei diversi componenti di questo prodotto, potrebbero chiarire l'importanza relativa dei peptidi di basso peso molecolare (che sono probabili precursori delle endorfine) e degli acidi grassi poli-insaturi in essi contenuti (che sono precursori delle prostaglandine).

 

Riassunto

Il Garum armoricum® - STABILIUM® 200 - è un integratore alimentare innocuo che permette di ridurre l'ansia nelle persone giovani in buona salute.

 

Questo effetto è stato dimostrato nel corso di uno studio più complesso con permuta di 8 settimane di durata, incluso un periodo d'arresto intermedio di qualsiasi tipo di trattamento.

 

 

Apporto di prove dal GIAPPONE

ANALISI DELL'ONDA ALPHA SOTTO STABILIUM® 200

Di HARUYAMA Shigeo - Ospedale di Denentoshi - Koesi - GIAPPONE

 

È stato effettuato uno studio per ricercare l'effetto anti-stress dello STABILIUM® 200. A tal fine, è stata fatta l'analisi delle onde cerebrali, in particolare delle onde alpha, come indice per determinare il grado di stress.

20 soggetti hanno assunto 2 capsule di STABILIUM® 200 al giorno per un periodo di tre mesi.

I risultati dell’analisi elettro-encefalica hanno evidenziato un aumento significativo delle onde alpha già dal terzo giorno di somministrazione dello STABILIUM® 200, rispetto a quelle esaminate prima del trattamento.

Questo effetto cresce fino al 60esimo giorno per poi successivamente stabilizzarsi.

Quest'analisi d'aumento delle onde alpha conferma obiettivamente l'effetto anti-stress dello STABILIUM® 200.

 

RUOLO POSITIVO DEL Garum armoricum®
SULLE FUNZIONI CEREBRALI DEI SOGGETTI ASTENICI
Studio incrociato e in doppio cieco contro placebo - Dicembre 2000
Autore: Dott. Monique Le Poncin - (Istituto Nazionale di Ricerca sulla Prevenzione dell'Invecchiamento Cerebrale - Parigi).

 

A. INTRODUZIONE

Se è da tanto tempo un'abitudine associare disturbi della memoria, rallentamento delle funzioni intellettuali, perdita dell'efficienza cerebrale con l'avanzamento dell'età (1,2,3,4), diventa ora molto frequente associare questi deficit alla demotivazione (5) e ancor di più allo stress che mortifica la nostra vita quotidiana e questo a cominciare dalla nostra adolescenza: stress degli esami, stress della competizione, stress dei trasporti, stress dovuto al rumore, stress nella nostra vita professionale, nella nostra vita familiare…

L'obiettivo del nostro studio era di mettere in evidenza se il Garum armoricum® fosse in grado con i suoi effetti anti-stress (6,7) di permettere un migliore equilibrio comportamentale e psicologico e di conseguenza una migliore concentrazione e una migliore messa in atto delle strategie mirate ad ottimizzare l'efficienza cerebrale e particolarmente la memoria.

 

B. PROTOCOLLO DI STUDIO Garum armoricum® CONTRO PLACEBO

Popolazione dello studio

Delle 123 persone selezionate nel quadro di questo studio effettuato all'interno dell'I.N.R.P.V.C. (Istituto Nazionale di ricerca sulla prevenzione dell'invecchiamento cerebrale - Parigi), 80 soggetti (35 uomini e 45 donne da 25 a 70 anni) hanno seguito lo studio fino al suo termine.

Il protocollo di questo studio è stato sottoposto al giudizio del Comitato di Consultazione di Protezione delle Persone nella Ricerca Biomedicale (C.C.P.R.B) di Limoges, che ha dato un parere favorevole sotto il numero 200 S.

I soggetti arruolati lamentano:

                        un calo del loro slancio vitale e della loro motivazione, senza che ci siano ansia e depressione che necessitano di trattamento medico;

                        una stanchezza frequente inspiegabile;

                        problemi di sonno;

                        una sensazione di spossatezza al risveglio;

                        disturbi della memoria quotidiana.

 

Questi soggetti non presentano alcuna malattia cerebrale organica o psichiatrica e non assumono nessuna medicina che possa interferire in qualche modo sui risultati dello studio: come trattamenti vascolari cerebrali, dell'insufficienza epatica, anti-ipertensivo, anti-epilettico, neurolettico…

 

Svolgimento dello studio
Lo studio multicentrico (16 medici generali o psichiatri, in ambiente urbano o rurale) è stato condotto in doppio cieco, Garum armoricum® contro placebo a dose costante (400 mg 2 volte al giorno) durante 21 giorni e incrociato.

Durante un mese e mezzo, in ragione di due cicli di tre settimane, i soggetti ricevono, alternativamente, sia Garum armoricum® sia placebo, senza mai poter conoscere il tipo di trattamento somministrato.

 

 

 

Il Garum armoricum® presenta una composizione originale e controllata che ha subito tutti i test di qualità richiesti.

Il placebo è stato distribuito sottoforma di capsule equivalenti nella presentazione al Garum armoricum®.

 

Gli esami clinici e psicometrici sono effettuati:

                        – al G0, prima di tutto il trattamento,

                        – poi al G21 e al G42.

 

Le valutazioni sono registrate su un quaderno d'osservazioni sul quale sono anche notati gli eventuali effetti collaterali.

Test di valutazione

                        – I soggetti hanno compilato dal giorno 0 due questionari di Zung, al fine di scartare quelli che presentavano ansia o depressione che necessitavano di intervento medico.

                        – L'effetto «riparatore» sul sonno e la riduzione della difficoltà a concentrarsi sono stati valutati grazie a delle scale visuali-analogiche.

                        – L'effetto anti-stress è stato valutato dai test di Stroop (Stroop colorword test /1974) e di prontezza mentale come pure dall'auto-questionario di Yesavage.

                        – L'effetto sulle prestazioni di memoria d'acquisizione immediata e d'apprendimento è stato valutato dal test di Span di Wechsler e quello delle 15 parole di Rey (in cinque prove). Questi test sono stati condotti al G0, G21 e G42 in versioni equivalenti.

 

I risultati sono stati espressi come media +/- e.s.m. (errore standard alla media), applicando il test statistico di Dixon.

I gruppi ripartiti in 3 classi d'età

                        25 - 40 anni

                        41 - 55 anni

                        56 - 70 anni
sono stati valutati secondo il test di Student, per ognuna stessa classe d'età.
 

 I paragoni sono stati effettuati prima e dopo il trattamento con Garum armoricum® o placebo, da un test di Student.

La soglia di significatività statistica è stata stabilita a p < 0,05.

 

RISULTATI Memoria immediata

Quando la memorizzazione immediata di cifre avviene sotto stress (test di prontezza mentale), sono soprattutto i più giovani che beneficiano del trattamento con il Garum armoricum®.

 

Tabella 2

 

Quando la memorizzazione immediata di cifre avviene senza stress indotto (test di Span di Wechsler), c'è un miglioramento significativo delle prestazioni, quale che sia la classe d'età, unicamente dopo trattamento con il Garum armoricum®.

 

Tabella 3

 

La memorizzazione immediata delle parole (test delle 15 parole di Rey - Prima prova) è migliorata unicamente dopo il trattamento con il Garum armoricum® nei soggetti più anziani (41 - 70 anni).

 

 

Tabella 4

 

 

Memoria d'apprendimento

I soggetti più anziani (41 - 70 anni) hanno migliorato le loro prestazioni sotto trattamento sia con Garum armoricum® sia con il placebo.

 

Tabella 5

 

 

Considerando l'insieme di questi risultati, appare che il trattamento con il Garum armoricum®:

                        diminuisce l'effetto «stress» sui più giovani;

                        aumenta la motivazione sui più anziani;

                        accresce l'attitudine a concentrarsi e dunque la forza d'attenzione nelle due classi d'età.

 

Ne risulta un comportamento psicologico più sereno e, di conseguenza, una migliore prestazione nella memorizzazione immediata.

 

I soggetti sotto trattamento con Garum armoricum® migliorano il loro comportamento e dunque la loro efficienza cerebrale.

Durante tutto lo studio, il trattamento con il Garum armoricum® non ha indotto nessun effetto collaterale o di assuefazione.

Lo svolgimento dello studio o il risultato ai differenti test non sono stati influenzati dal sesso o dalle differenze socio-culturali degli 80 soggetti.

In compenso, l'analisi dei risultati per classe d'età ha permesso di mettere in evidenza delle differenze statisticamente significative abitualmente osservate al momento degli studi clinici.

 

In particolare, i soggetti d'età superiore ai 56 anni subiscono più intensamente la situazione intellettuale stressante, quale che sia il test scelto.

 

SINTESI DEGLI STUDI CLINICI EFFETTUATI SULLO STABILIUM® 200

Dr D. Bouglé, Clinico Nutrizionista Centro Ospedaliero Universitario di Caen / Francia

 

Stabilium® 200 è un integratore indicato come aiuto per l'organismo in caso di fatica intellettuale, di strapazzo o di disturbi della memoria legati allo stress.

Composizione del prodotto

Lo Stabilium® 200 è ottenuto da autolisi enzimatica di pesce oceanico. Si tratta di un prodotto d'origine biologica e dunque di composizione complessa.

Lo Stabilium® 200 contiene oligopeptidi ed amminoacidi liberi, derivanti dalle proteine del pesce. (Dziuba 1999).

Grazie alla sua origine marina, lo Stabilium® 200 è ugualmente ricco di acidi grassi poli-insaturi della famiglia n-3 e di fattori antiossidanti, come la vitamina E ed oligo-elementi: zinco e selenio.

 

Riassunto degli studi condotti

I lavori sperimentali sono stati realizzati nel corso di una decina d'anni da parecchi gruppi ed, in gran parte, sono stati condotti secondo criteri clinici rigorosi (placebo, doppio cieco). I risultati, oggetto di pubblicazioni internazionali, indicano che lo Stabilium® 200 influisce positivamente su:

                        l'equilibrio comportamentale;

                        la concentrazione;

                        le capacità d'apprendimento e di memorizzazione.

 

In particolare, l'assunzione dello Stabilium® 200 diminuisce la risposta allo stress dell'asse ipotalamo-ipofiso-corticosurrenale, migliorando così la capacità di apprendimento.

Da sottolineare che più di 200 soggetti hanno superato l'insieme dei test oggettivi, sia clinici che elettro-encefalografici. Assumendo lo Stabilium® 200 l'ansia è eliminata e l'attenzione, come pure le capacità di memorizzazione, sono migliorate.

Questi effetti compaiono dopo qualche settimana di assunzione e persistono parecchie settimane dopo la sospensione del trattamento.

Commenti

L'attività dello Stabilium® 200 può essere attribuita alla presenza di:

                        amminoacidi capaci di modulare la sintesi di neurotrasmettitori;

                        acidi grassi poli-insaturi della serie n-3 i cui benefici sulle funzioni cerebrali sono noti;

                        vitamina E.
Certamente, la sinergia tra i vari costituenti è responsabile degli effetti osservati.
La vitamina E è positivamente collegata alla memoria, proprio per le sue proprietà di protezione

contro l'ossidazione (Perkins 1999).

La ricchezza di acido glutammico può favorire la sintesi di GABA.

Il consumo di pesce, per l'apporto di acidi grassi poli-insaturi (AGPI) n-3, è un fattore di prevenzione contro l'invecchiamento e la perdita di memoria (Kalmijn).

 

Questi AGPI a lunga catena (22:6n-3) possono essere sintetizzati dall'organismo a partire da loro precursori di origine vegetale a 18 atomi di carbonio; sperimentalmente essi migliorano la risposta allo stress, tramite la sintesi di neurotrasmettitori (Minami 1997) o modificando il legame del GABA ai suoi ricettori (Hamano 1996).

Conclusioni

Gli studi clinici effettuati sullo Stabilium® 200 mostrano risultati concordi, sebbene realizzati con protocolli diversi.

Essi confermano che l'assunzione dello Stabilium® 200 diminuisce gli effetti dello stress sulle capacità di memorizzazione e d'apprendimento.

I risultati vengono ottenuti in meno di un mese e durano parecchie settimane.