Condizioni d'Acquisto
   
Ricerca
   
Omaggi
   
Costi di Spedizione
   
Login
   
Registrati
   
Home
   
 
 

 

I NOSTRI UFFICI SONO APERTI DAL LUNEDI' AL VENERDI'
DALLE 8.30 ALLE 12.30 DALLE 14,30 ALLE 17,30
AL NUMERO DI TELEFONO
TEL. 0573/528453

     BONIFICO BANCARIO


La Pulizia del Fegato della Dottoressa Hulda Clark

La Pulizia del Fegato della Dottoressa Hulda Clark


 Ordinate i prodotti qui. Per la pulizia del fegato vi serve solo l'ornitina. Comunque per avere miglior risultati, la Dottoressa Clark raccomanda di fare il programma antiparassitario come pure il programma dei reni PRIMA di iniziare la pulizia del fegato.Questo aiuterà il corpo di disintossicarsi al meglio. 
Risultati della pulizia del fegato:
• Calcoli biliari
• Calcoli biliari
• Calcoli biliari
• Parassiti
 Ripulire il fegato dai calcoli biliari migliora enormemente la digestione che è alla base dell’intera salute. Potete aspettarvi di veder sparire le vostre allergie, e la situazione migliorerà sempre di più ad ogni pulizia del fegato che effettuerete. Incredibilmente elimina anche il dolore alle spalle, alla parte superiore del braccio e alla parte alta della schiena. Avrete più energia e un senso di benessere generale. La depurazione dei dotti biliari è il procedimento più potente cui possiate sottoporvi per migliorare la salute del vostro corpo. Ma non lo dovete fare prima del programma antiparassitario e per ottenere risultati migliori dovrebbe seguire la pulizia dei reni. Il lavoro del fegato è di produrre  bile,  1 litro al giorno. Il fegato è pieno di canali (tubi biliari) che fanno confluire la bile in un condotto più largo (il dotto biliare comune). La cistifellea è collegata al dotto biliare comune e funge da serbatoio di deposito. Quando si mangiano dei grassi o delle proteine, la cistifellea si svuota dopo circa venti minuti e la bile immagazzinata attraversa il dotto biliare comune e finisce nell’intestino.
Per molte persone, tra cui i bambini, il dotto biliare è ostruito dai calcoli biliari. Alcuni sviluppano allergie oppure l’orticaria, ma in altri non si manifesta alcun sintomo. Quando la cistifellea viene esaminata tramite un esame oppure con i raggi X non appare nulla, perché non sono nella cistifellea. Inoltre, la maggior parte sono troppo piccoli e non calcificati, un requisito per la visibilità con i raggi X. Ci sono circa una decina di tipi di calcoli biliari, molti contengono cristalli di colesterolo. Possono essere neri, rossi, bianchi, verdi o di colore marrone-rossiccio. Quelli verdi hanno questo colore poiché sono ricoperti di bile. Notate nelle foto quanti contengono delle sostanze non identificabili. Sono forse delle rimanenze di parassiti? Notate quanti hanno la forma di un turacciolo con degli incavi longitudinali al di sotto dell’estremità superiore. Possiamo visualizzare i dotti biliari bloccati da queste forme. Altri calcoli sono compositi – fatti da calcoli più piccoli -  dimostrando che si sono raggruppati nei dotti biliari dopo l’ultima pulizia del fegato.. Al centro di ogni calcolo si trova un ammasso di batteri, secondo gli scienziati, suggerendo che un pezzo morto di parasita sia il responsabile della formazione iniziale del calcolo.
Man mano che i calcoli crescono e divengono più numerosi la pressione posteriore sul fegato fa sì che questo produca meno bile. Si suppone anche che rallenti il flusso del fluido linfatico. Immaginate la situazione se la vostra canna da giardino contenesse delle biglie. Sicuramente fluirà una quantità minor d’acqua che a sua volta diminuirà la capacità della canna di gettare fuori le biglie. Nel caso dei calcoli, molto meno colesterolo lascia il corpo e a quel punto sale il suo livello. I calcoli biliari, essendo porosi possono incamerare tutti i batteri, le cisti, i virus, i parassiti che passano attraverso il fegato. In questo modo si formano dei covi di infezioni che forniscono continuamente al corpo dei nuovi batteri. Nessuna infezione allo stomaco come l’ulcera o il gonfiore intestinale può essere curata definitivamente senza rimuovere questi calcoli biliari dal fegato. Per risultati ottimali, ozonizzate l’olio d’oliva, che ucciderà gli stadi di parassita e virus che vengono rilasciati durante la stessa pulizia.
Preparazione:
Non si può pulire il fegato se contiene dei parassiti viventi. Non si riuscirà ad eliminare molti calcoli e ci si sentirà abbastanza male. Fate lo zapping tutti i giorni una settimana prima di fare la pulizia del fegato assieme con il programma antiparassitario. Se siete sul programma di mantenimento, siete sempre pronti a fare la pulizia del fegato. Fare prima la pulizia dei reni è consigliabile. I reni, la vescica e il tratto urinario devono funzionare a dovere, in modo che possano eliminare qualsiasi sostanza indesiderabile che verrà accidentalmente assorbito dall’intestino mentre la bile viene espulsa.
Ingredienti:
• Sali Epsom: EPSOM SALT 4 cucchiai
• Olio d’oliva: ½ tazza – per risultati migliori,                   ozonizzare O’olio per 20 minuti ( SE DISPONIBILE)
• Aggiungere 2 gocce di HCL
• Pompelmo rosa: 1 grande o 2 piccoli per 2/3 o ¾ tazza di succo. Lavare con acqua calda due volte e asciugarlo prima di spremerlo
• Ornitina: da 4 a 8 per dormire. Non saltate questa parte o potreste avere la notte peggiore della vs vita
• Una cannuccia: per aiutare a bere la mistura
• Contenitore da 1/2 litro con coperchio
• Tintura di mallo di noce nera: REGIAX 10 a 20 gocce per uccidere i parassiti prima che entrino nel fegato
Sceglietevi un giorno come un sabato per fare la pulizia, in modo che si possa riposarsi il giorno dopo. Eliminate alcuna medicina, vitamine o pastiglie che potete evitare; potrebbero impedire la riuscita. Sospendete pure il programma antiparassitario e la pulizia dei reni il giorno precedente. Non mangiate dei grassi a colazione e a pranzo, per es. mangiate cereali cotti con frutta, succo di frutta, pane e conserve fatte in casa, miele, patate a forno, verdure al vapore condite solo con sale.(niente burro e niente latte). In questo modo la bile si conserva e preme sul fegato. Questa alta pressione riesce ad eliminare un maggior numero di calcoli.
Ore 14:00 non mangiare più. Se trasgredite questa legge,    potreste stare abbastanza male dopo. Mescolate i 4 cucchiai sali epsom in 3 bicchieri d’acqua. Queste sono 4 porzioni di ¾ tazza ciascuna. Mettete in frigorifero( si riesce a berlo più facilmente in questo modo)
Ore 18:00 Bevete una porzione di ¾ tazza. Si può aggiungere 1/8 cucchiaino di Vit. C per migliorare il gusto. Si può anche risciacquare oppure bere qualche boccata d’acqua dopo
Ore 20:00 Bevete un’altra porzione di ¾ tazza. Non avete mangiato dalle 14:00 ma non avrete fame. E’ vitale seguire l’orario con precisione per garantire la buona riuscita
Ore 21:45 Versate ½ tazza olio d’oliva con ½ tazza o più  di succo pompelmo. Se si vuole si può usare un po’ di limone. Mettete 2 gocce di HCI per sterilizzare e la tintura di noce nera. Scuotere fortemente finchè il composto diventi acquoso. Ora visitate il bagno una o due volte, anche se questo possa ritardare la bevuta delle dieci; non ritardatevi però più di 15 minuti, altrimenti pochi calcoli verranno espulsi
Ore 22:00 Bevete la pozione che avete preparato. Prendete 4 capsule di ornitina con i primi  sorsi per accertarvi di riuscire a dormire.  Prendetene 8 se soffrite di insonnia. Berla  con la cannuccia, aiuta. Bevete stando in piedi. Bevetela tutta in 5 minuti (15 minuti per gli anziani o gli ammalati gravi). Sdraiatevi immediatamente in modo da far uscire i calcoli. Prima che vi sdraiate e più calcoli usciranno. Sdraiatevi sulla schiena con la testa su un cuscino alto. Pensate a quello che succede nel vostro fegato. Non muovetevi per almeno 20 minuti. Potreste sentire i calcoli che scendono come biglie attraverso i dotti biliari. Non c’è nessun dolore perché le valvole dei dotti biliari sono aperte grazie ai sali Epsom. Addormentatevi o potreste impedire i calcoli ad uscirne.
Mattina dopo prendete la terza dose di sali epsom non prima delle ore 06:00. Se avete nausea o indigestione potete aspettare con i sali epsom. Si può ritornare a letto
Due ore dopo Prendete la quarta ed ultima dose di sali epsom. Potete ritornare a letto
Due ore dopo Potete mangiare iniziando con succo di frutta. Dopo ½ ora potete mangiare un frutto.
 Dopo un’ora un pasto leggero. Per cena dovreste sentirvi completamente bene
Siete riusciti? Aspettatevi la diarrea al mattino.Cercate i calcoli nel WC. Cercate quelli di color verde. Questo è la prova evidente che siano calcoli dalla cistifellea e non residui di cibo. Solo la bile dal fegato è di color verde pisello. I calcoli biliari stanno a galla perché contengono colesterolo. Contateli sia quelli verdi che quelli color marroncini. Ce ne vorranno 2000 prima che il fegato sia pulito abbastanza da eliminare allergie o borsiti oppure dolori della schiena in alto permanentemente. La prima pulizia ve li potrà eliminare per qualche giorno, ma dopo un po’, ritroverete gli stessi sintomi. Si può ripetere la pulizia ogni due settimane. Non fare mai la pulizia quando si soffre di una malattia acuta. Qualche volta, i dotti biliari sono saturi di cristalli di colesterolo e non formano calcoli rotondi. Sembra la pula galleggiando nell’acqua della toilette. Possono essere di color marrone-rossiccio contenenti milioni di piccoli cristalli bianchi. Eliminare questa pula è importante quantol’eliminazione dei calcoli.
 Quanto è sicura la pulizia del fegato? E’ molto sicura. La mia opinione si basa su oltre 500 casi, incluse molte persone tra i 70 e 80 anni. Nessuno è finito all’ospedale; nessuno ha avuto dolori. Comunque può succedere che non ci si senta molto bene per uno oppure due giorni dopo, anche se in ognuno di questi casi, il programma di mantenimento è stato trascurato. Per questo motivo, le istruzioni incoraggiano a completare i programmi antiparassitari e reni.
CONGRATULAZIONI
Avete eliminato i vostri calcoli senza bisogno di un intervento! Mi piace prendere il merito di aver perfezionato questa ricetta, ma sicuramente non posso prendermi il merito di averla inventata. E’ stata inventata centinaia,se non migliaia d’anni fa; grazie agli erboristi!
 Questa procedura è in contrasto con molte vedute mediche. Si pensa che i calcoli biliari vengono formati nella cistifellea e non nel fegato. Pensano che siano solo poche e non migliaia e che causano dolori solo nella cistifellea. E’ facile capire questa veduta: quando si hanno attacchi acuti, certi calcoli sono finiti nella cistifellea, causando una infiammazione. Sono di grandezza e calcificati a sufficienza in modo che possono essere visti dai raggi X. Una volta rimossa la cistifellea, gli attacchi acuti spariscono ma i borsiti e altri dolori e problemi digestivi rimangono.
 La verità è evidente. Le persone che hanno rimosso la cistifellea hanno ancora tanti calcoli coperti di bile di color verde e chiunque può sezionare i propri calcoli e confrontare l’interno di cristalli e cerchi di colesterolo con i libri di testo.
 (tratto dal libro “ La Cura del Cancro Avanzato”) copyright notice; Macro Edizioni, p. 608)

 

 

 

ZEOLITE PANACEO

Testimonianze
01 Mar 2011
Il primo acquisto mi ha soddisfatto in tutto, complimenti per la Vostra efficienza e professionalità. »
29 Gen 2009
Salve ho provato i fanghi classici,sono una cosa fantastica, ho trovato tanti benefici, sono diminuita di 5 cm alle cos... »
23 Giu 2010
Prezzi vantaggiosi, risparmio assicurato, precisione, consegna velocissima e tanti campioncini. Avete di gran lunga supe... »
11 Giu 2009
LA MERCE è ARRIVATA!ALLA GRANDE! SONO SUPERVELOCI!GRAZIE E A PRESTO »
28 Ago 2009
vi ho conosciuti tramite e bay, sono diverse volte che compro da voi, e continuerò sempre, mi trovo davvero bene, grazie  »
 


 

Torna
all'E-Shop
PROSEGUI
negli acquisti
CONCLUDI
l'ordine
Seleziona il tipo di spedizione desiderata: